Carla Boto

sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai

Carla Boto - sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai

La pupazza dei Castelli Romani? Tutta miele ed abbondanza

sul numero 12 di Apitalia 2014 Da quando ho iniziato la collaborazione con Apitalia ho scambiato opinioni, informazioni, ricette, con amici e conoscenti e anche con alcuni miei colleghi di lavoro. Non poteva, certo, mancare il contributo di Ennio, collega e amico, da ormai molti anni. Ennio è un abilissimo e sapiente cuoco. Ha la cucina della tradizione nel DNA, viene da una famiglia di ristoratori dei Castelli, trasmette la tradizione ed elabora l’innovazione. Ha radici nella terra e nella campagna intorno ad Albano, nel suo orto la coltivazione continua a leggere ...

Latte e suoi derivati, ma senza il miele che piacere è?

sul numero 11 di Apitalia 2014 Di ritorno dalla fiera di Lazise, dove i nostri occhi sono stati affascinati dall’oro del miele, il nostro olfatto condotto dai profumi dei formaggi, il nostro gusto lusingato dagli assaggi del tutto, valorizzati da qualche sorso di buon vino, abbiamo creduto indispensabile far convivere tutti questi tesori in una ricetta. Come? Lo scoprirete al termine del nostro itinerario culinario. Lo so, direte: «ma parliamo solo di prodotti finali? e tutto quello che era esposto a Lazise, di strumentale alla produzione continua a leggere ...

Spiedini di maiale al profumo di alloro, ginepro, timo e dolcezza di miele

sul numero 10 di Apitalia 2014 La ricetta che propongo in questo numero, rievoca epoche antiche, tradizioni regionali, profumi. Insomma, è arricchita di storia ed emozioni. Non a caso gli ingredienti e gli aromi che compongono la “portata” giungono sino a noi dal lontano Medioevo e dalle Terre “di mezzo” dell’Italia. E ne spiego le ragioni. L’impiego delle carni degli animali dell’aia (e il maiale lo è) si è affermato nel Medioevo dopo le grandi epidemie. Il maiale allevato e consumato in mille modi, e in tutte le sue parti, continua a leggere ...